Iraq: la guerra civile musulmana

La caduta di Al-Maliki ha chiuso quello che possiamo considerare il primo capitolo nella storia dell’Iraq post Saddam. Annunci

Le radici del nuovo terrore

Meno di una settimana fa la città del Tea Party si è fregiata del triste titolo di “città sotto attacco” da parte dell’integralismo islamico. Durante la maratona di Boston, nel Patriots day, due bombe sono esplose uccidendo tre persone e ferendone 140, ma il bilancio sarebbe stato ancora più grave se altri due ordigni non…

Argentina 2012, il ritorno dell’incubo

Dopo il default, in cui un intero sistema economico crollò, e la svalutazione dei passivi di oltre due terzi, che portò alla rovina molti risparmiatori, l’Argentina in breve tempo ha recuperato tutto quello che aveva perso, a tassi di crescita del PIL annuo del 6 – 7%. La presidente Cristina Fernandez de Kirchner è stata…

US Ballot 2012: chi ha concorso alla Casa Bianca

Da meno di una settimana gli americani hanno deciso di mantenere per altri quattro anni la politica di Barack Obama, benché il rieletto presidente per ottenere questo risultato ha sostenuto una battaglia serrata contro il candidato repubblicano Mitt Romney. Infatti se a livello di grandi elettori non c’è stata storia, contando i singoli voti i democratici…

Ferri e veleni: il prezzo del nostro sviluppo

Non tutti sanno che la principale fonte di inquinamento nel mondo (eccezion fatta per il pur importantissimo inquinamento atmosferico) è costituita dall’attività mineraria, e da tutti gli sprechi ad essa connessi. Per “attività mineraria”, qui consideriamo essenzialmente quella legata all’estrazione di metalli. Dunque non vengono prese in considerazione i pozzi petroliferi, le miniere di carbone…